//Le #Agristorie: le dolcezze artigianali di Modigliana

Le #Agristorie: le dolcezze artigianali di Modigliana

Scelti con cura e con passione: vi raccontiamo i nostri produttori. Per creare le nostre originali Food Souvenirs Box ci avvaliamo di produttori che abbiamo selezionato con cura e passione. Fornitori che con i loro prodotti riempiono le nostre “foodbox” di gusto e sapori. Ognuno di loro ha storia da raccontare: unica e radicata al territorio.

Dall’Acetaia Cà dal Non di Vignola (MO), ci spostiamo sull’appennino tosco-romagnolo nella piccola cittadina di Modigliana (FC) per presentarvi Modigliantica: un piccolo laboratorio artigianale il cui prodotto di punta da oltre 150 anni è il Mandorlato al cioccolato di Modigliana, dolce tipico dai sapori antichi riconosciuto nel 2010 come Prodotto Agroalimentare Tradizionale (P.A.T.) dal Ministero delle Politiche Agricole e dal 2015, è stato inserito nell’ Arca del Gusto” di Slow Food. Oggi Maurizio Mortani, titolare di “Modigliantica”, è unico detentore della ricetta segreta, ne continua la produzione nel rispetto e valorizzazione delle tradizioni.

FORSE NON TUTTI SANNO CHE…

> Ha origine nell’Ottocento, grazie al pasticcere Assirelli che ha il merito di renderlo il dolce tipico di Modigliana.

> E’ chiamato dai Modiglianesi, soprattutto dagli anziani, anche “panforte” o “ancora meglio, è panfort ed Gofredo, in riferimento a Goffredo Cicognani (il pasticcere, titolare della vecchia pasticceria che ora avrebbe all’incirca 120 anni),  e pampapato. In quest’ultimo caso, chiare sono le influenze del passato del Granducato di Toscana su questi territori.

> La denominazione “Mandorlato al Cioccolato di Modigliana” fa riferimento allo stampo più antico che è stato recuperato e che, ancora oggi, “racconta” la storia della tradizione modiglianese:  l’imponente Rocca dei Conti Guidi, Signori di Modigliana e lo stemma del giglio fiorentino simbolo del Granducato di Toscana.

Mandorlato al cioccolato di Modigliana: una ricetta segreta che sa di buono da oltre 200 anni !!! Della ricetta, infatti, tramandata solo oralmente, se ne conoscono solo gli ingredienti: polvere di cacao, mandorle rigorosamente di origine italiana, scorzetta candita di arancia e cedro, zucchero di canna grezzo, farina di grano di tipo “2” e una miscela di spezie perfettamente bilanciate fra loro, ma non le dosi e la procedura di preparazione. Prodotto senza l’utilizzo di conservanti, il Mandorlato al cioccolato di Modigliana è ideale anche per un’alimentazione vegana perché non contiene grassi animali: uova, burro e latte e, non contenendo neanche grassi vegetali, può rappresentare un piacevole sfizio anche nei regimi alimentari a basso contenuto calorico.. In 100 grammi, solo 370 chilocalorie!!! Da gustare dopo averlo lasciato per alcuni minuti a temperatura ambiente, è ottimo accompagnato da vini passiti, rhum, whiskey, grappe torbate o cognac.

Ci siamo fatti raccontare da Maurizio Mortani, titolare da circa 15 anni del piccolo laboratorio e pasticceria artigianale Modigliantica, un po’ di storia del Mandorlato al cioccolato di Modigliana e alcune curiosità.

Maurizio buongiorno, ci rivela chi è stato a svelarle l’antica ricetta? “Ho ricevuto la ricetta da Valdemaro Cicognani, il figlio di Goffredo, che me l’ha svelata solo perché amico di famiglia, Valdemaroera infatti molto legato ai mei nonni. Un personaggio particolare, un po’ brusco ma un grande uomo.

Qual’è il periodo dell’anno di massima produzione e vendita? “Sostanzialmente l’inverno. Si tratta di un dolce molto legato alla tradizione e proprio a Natale, ha il suo periodo massimo di consumo. Solo durante le feste natalizie ne sforniamo oltre 5.000 pezzi, il nostro è un piccolo laboratorio artigianale, lo produciamo a mano, parliamo dunque di numeri importanti. In ogni caso non contenendo cioccolato ma polvere di cacao, lo vendiamo anche durante il periodo estivo e persino in Riviera dato che non si scioglie ed è conservato sotto vuoto”.

In abbinamento a cosa consiglia di degustarlo? “Anche da spizzicare abbinato al caffè, ma la sua morte sono i passiti rossi oppure i superalcoolici come l’Armagnac”.

E’ un dolce che piace anche ai bambini? “Pensavo di no, ma invece sì! Quello che ha inventato la ricetta è stato decisamente un genio” esclama Maurizio Mortani che prosegue “Piace ai bambini perché è un dolce molto bilanciato che pur non contenendo cioccolato ma polvere di cacao,  è cioccolatoso”.

“Davanti a me, un bambino alla quinta fetta ha detto alla mamma Questo qui è così buono che ce ne vuole un garage!” conclude sorridendo Maurizio Mortani.

Vuoi saperne di più? Scopri i prodotti e le idee regalo con le dolcezze di Modigliantica su Foodsouvenirs.it